I Misteri di Demetra e Persefone

I miti e le Dee collegati ai Riti di Primavera sono tantissimi, visto che tutte le antiche civiltà celebravano i Cicli della Natura, con grandi Feste Rituali in onore di Dee e Dei.

Uno dei miti più famosi è quello legato ai Misteri di Demetra e Persefone, Dee della Terra e della Rinascita, che davano inizio ai Piccoli Rituali di Iniziazione.

Narra la leggenda che Persefone, Figlia della Madre Terra Demetra, venne rapita (in Autunno) da Ade, il Signore degli Inferi che ne fece la Sua sposa con la forza.

Ade e Persefone
Ade e Persefone

Demetra, dolente e affranta, ritira la Vita sulla Terra, maledicendo gli Dei e condannando la Creazione alla morte se… Sua figlia non gli fosse stata restituita. Gli Dei dovettero cedere e, all’Equinozio di Primavera, Giove ordinò la liberazione di Persefone che tornò sulla Terra.

“Quando il cocchio raggiunse il tempio, la Dea scorgendo Sua figlia, si slanciò, simile ad una menade sul monte ombroso di selve. A sua volta Persefone, quando vide il bel volto di Sua madre, lasciando il carro e i cavalli, scese di corsa, e le gettò le braccia al collo, stringendosi a Lei… la loro gioia era totale! Demetra era così felice che il grano spuntò dalle zolle dissodate e tutta la terra si ricoprì di verde e di fiori ma… Demetra annusava l’inganno e subito volle sapere se aveva mangiato qualcosa negli Inferi e saputa la verità fu assalita da un nuovo dolore”.

Aveva riavuto Sua figlia, ma non era più la Sua bambina… era una donna e Lei doveva accettare di lasciarla andare!

«Zeus, dal tuono profondo e che vede lontano, decise che Persefone avrebbe vissuto un terzo dell’anno (o metà secondo altre leggende) nell’oscura profondità della Terra e il tempo rimanente con la madre sulla Terra… Demetra accettò l’ordine di Zeus.

L’Era dell’Argento era così tramontata e Demetra acquisì una “natura ciclica” e le Quattro Stagioni vennero in essere».

Tra la metà di febbraio e quella di Marzo, avevano luogo i Piccoli Misteri di Purificazione, che si svolgevano nel tempio di Demetra ad Agrai. Gli Iniziati facevano dei Riti di purificazione e bevevano il ciceone, l’acqua ispiratrice e bevanda narcotica bevuta da Demetra stessa… la visione e l’esperienza trasmutava la Coscienza. Al termine dei Piccoli Misteri, l’iniziato acquistava il titolo di mystes. L’iniziazione ai Piccoli Misteri era una tappa fondamentale per prepararsi e poter essere ammessi ai Grandi Misteri.

Così nei secoli dei secoli le Due Dee si trasformano all’unisono con i Cicli delle Stagioni a cui dettero origine e l’umanità le celebra come “portatrici di Vita”.

Riti Celtici

I Celti banchettavano con Uova, in onore di Eostre, la Dea della fertilità, della vegetazione, del rinnovamento e della rinascita, e usavano scambiarsi cesti d’erbe nuove intrecciate, colmi di uova e cuccioli di coniglio.

Cibarsi di uova, talismano di fertilità, già nell’Antico Egitto, equivaleva a celebrare la rinascita del sole e il ritorno della stagione dell’abbondanza.

Si preparavano anche dei pani dolci che divennero poi la colomba pasquale.

I grandi Fuochi

Per cacciare l’inverno si usava fare dei falò e i ragazzi colpivano le ragazze con dei rami di salice, simboli dell’acqua, della Luna e della Dea Madre, che perpetuamente genera (i frutti maturano velocemente) poi raccoglie amorevolmente nel suo grembo (culle e bare erano di salice)… è simbolo di vita e di morte.

Con questo legno si costruiscono anche le arpe.

Riti di Union Mystique

Si celebra l’unione tra il maschile e il femminile con un piccolo rituale, alla presenza del fuco-falò che, illuminando la notte testimoniano la rinascita della Luce. In questo modo era ri-costruito l’Equilibrio tra il giorno e la notte, tra la vita e la morte, il Divino Maschile e il Femminile Sacro.

Tutti i Rituali avevano il solo Scopo di onorare i Cicli della Vita, preparandosi ai cambiamenti interiori che ognuno di essi crea. Essere in Armonia con l’Onda delle Stagioni, significa seguire il flusso dell’energia che ci circonda.

Conoscere le energie del momento, significa “poterne attivare il potenziale” per creare Armonia intorno. Onde armoniche concentriche si propagano, così, intorno a noi in modo esponenziale.

Il Giusto Gesto, nel Giusto Tempo è un atto magico, capace di plasmare la materia. Il Rito e la consapevolezza del Gesto aprivano un Portale dimensionale, e l’energia del Cielo si riversava sulla Terra, armonizzando lo Yin e lo Yang, continuamente.

Nello Yucatan c’è una piramide con imponenti scale di 91 gradini che, sommate formano un totale di 365 scalini… nell’equinozio di primavera un magico gioco di luce e ombra che l’immagine ondeggiante di un serpente (la Kundalini della Terra).

Yucatan – Chichen Itza: in questo Tempio ci sono 4 immense scalinate di 91 gradini che, sommate formano un totale di 364 scalini. Durante l’Equinozio di Primavera e d’Autunno, il movimento del sole proietta un’ombra a forma di rettile lungo la scalinata nord della piramide, interpretata proprio come l’arrivo di Kukulkán. Questo speciale appuntamento evento rappresenta un momento importantissimo della tradizione Maya, profondamente ancorata ai Cicli della Vita.

condividi!