La Dea e il Femminile Sacro… due parole potenti che evocano una meravigliosa visione della Dea e della donna, che ne incarna l’essenza.

L’Unica, per potersi manifestare, si è frammentata in molte Ipostasi (Dee)… emanazioni e Funzioni specializzate della Dea di cui ogni civiltà ha decantato la potenza e le storie.

Ho incontrato molte Dee nella mia vita… le Dee Indiane sono state il mio primo grande amore. La tradizione nordica è arrivata più tardi, ma mi è risuonata tantissimo così come tante altre tradizioni femminili, soprattutto quelle sciamaniche sudamericane.

Vorrei nominarle tutte, perché ognuna incarna una delle infinite sfaccettature della Dea e sono tutte meravigliose, ma mi limiterò ad alcune Dee che mi hanno permesso di conoscere e sperimentare il Femminile Sacro.

Inizia dall’India per approdare in Egitto e qui mi sono fermata per lungo, lungo tempo a studiarne la storia, le Dee e gli Dei, i miti e soprattutto i Riti Femminili.

Le antiche Dee

Le Dee egizie mi hanno subito incantato perchè erano tutte potenti, integre e regali e hanno mantenuto uno Status elevatissimo fino alla fine della loro civiltà.

Dee solari come Hathor e Sekhmet e lunari come Iside e Bastet, stellari come Nut… tutte Dee onnipotenti e integre.

La Dea Iside, il Sole Femminile

Poi il patriarcato ha soffocato la Loro voce, ma la Dea non ci ha lasciate… ha solo cambiato nome ed è tornata come la Grande Maria, madre del Figlio di Dio. Attraverso di Lei la Grande Iside (il cui mito ha intessuto la storia della divina famiglia) ha ritrovato voce e ha potuto continuare la Sua paziente opera, nascosta e silenziosa.

Dagli anni ’60 in tutto il mondo le donne stanno ri-scoprendo le Dee, incarnazione degli Archetipi del Femminile Sacro. I Riti in onore alle Dee hanno cominciato a moltiplicarsi ovunque. Dialogare con questi potenti archetipi apre un potenziale creativo immenso. Se si conoscono i diversi “volti” della Dea è più semplice poterli attivare in Armonia con il momento.

L’Energia Femminile ci sta riportando amorevolmente a un nuovo equilibrio interiore, ci sta insegnando ad ascoltare la nostra Intuizione e la conoscenza Interiore, risvegliando l’energia Creativa capace di dare voce alla Sua forza. 

Ecco come ho immaginato che la Dea possa parlarci[1]:

 «Eccomi a voi, figlie adorate
Io sono la Grande Madre, che emerse dall'Oceano primordiale,
all'inizio dei Tempi.
Sono la luce e il suono che ha dato origine a tutto ciò che vive.
Sono la Dea della Luna, Signora di tutta la magia e custode del Fuoco Vitale.

La Vita e la Morte Mi appartengono                                   
perché sono la Grande Ruota della Vita.
Sono la guida e l’intima amica di ogni creatura vivente
a cui concedo, grazie al Mio infinito amore,
la liberazione e il rinnovamento.

Il cielo stellato è la Mia dimora,
i venti e le foglie commossi cantano il Mio nome.

I Miei Nomi sono molti e infiniti
i Miei mille volti non sono mai stati svelati.

Sono l'Eterna Fanciulla (Vergine)
e l'Eterna Madre,
anche se mi chiamano con nomi diversi.
Sono Colei che infonde la gioia e la grazia in ogni cuore.
Possiate voi, in questa nuova Era,

ripristinare la Sorellanza Universale e spandere la Mia luce in ogni luogo.
Ritrovate il senso del sacro.
Tornate ai ritmi primordiali della Natura.
Cercate l’Unione al di là di ogni diversità».
La Dea e la Sorellanza Universale

L’Unica Dea

Lei è Una ma si manifesta con molti volti e nomi diversi, a seconda del luogo, del tempo e dei costumi.

Le Sue divine mani tessono le matrici dei Mondi, che prendono sostanza passando dal Suo grembo.

Lei è il Portale, lo stargate che permette alle entità spirituali di “nascere o cadere” nel mondo materiale.

Lei è l’Anima dell’Universo, della Natura e dei suoi Cicli; è il Grande Cerchio che contiene “tutto ciò che è stato, che è e che sarà”. Niente può esistere senza la Sua energia che opera all’unisono con il Grande Padre, secondo le Leggi Universali.

All’esterno la Dea è percepita come corpo, Mondo e Natura e all’interno come Destino e Inconscio.


[1] Spettacolo “I mille volti della Dea”, svolto a Firenze e a Milano nel 2009

Iside, la Dea Bianca

Demetra, la Madre del grano

Persefone, la Figlia

La divina Artemide, l’Amazzone

Era, la Sovranità

Atena, la Figlia del Padre

Estia, la Sacerdotessa

La Dea e i 4 Elementi

La Dea Celeste, Signora dell’Aria

La Custode del Fuoco

condividi!